maniaco seriale? perchè non chiamarlo stupratore? chi stupra non è un malato, ma il prodotto sano del patrircato.

Roma, arrestato "maniaco seriale"

Radiologo narcotizzava le sue vittime

E’
stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale
e lesioni personali un 50enne romano, ritenuto un "maniaco seriale".
Tecnico radiologo, incensurato, residente nel Viterbese, si spacciava
per medico: entrato in confidenza con le vittime – soprattutto donne
dell’Est – le narcotizzava e ne abusava. L’indagine è partita dalla
denuncia di una 30enne albanese. I carabinieri hanno lanciato un
appello a denunciare casi simili.

Sono
stati i militari del Nucleo investigativo di via in Selci a condurre le
indagini che hanno portato all’arresto dell’uomo. La giovane che ha
denunciato il suo caso era stata avvicinata occasionalmente dall’uomo
nello scorso mese di gennaio. Lui si era spacciato per un affermato
dottore e aveva offerto alla donna la sua disponibilità per ogni tipo
di esigenza medico-sanitaria nell’ospedale nel quale lavorava.

Subito
dopo però l’aveva narcotizzata, sciogliendo farmaci contenenti
benzodiazepina in un caffè che le aveva offerto al bar. Da quel
momento, la donna non ricordava più nulla di quanto fosse successo.
Sapeva però di essersi risvegliata il giorno dopo, seminuda, in un
letto all’interno di una abitazione di Roma.

La stessa
situazione si è verificata anche con una donna di 40 anni, che era
venuta a conoscenza dell’uomo tramite chat. Dopo le denunce, i
carabinieri hanno intuito di trovarsi di fronte a un maniaco seriale.
Nella casa dell’arrestato sono state sequestrate tre cartelle che
contenevano gli esiti di mammografie eseguite su altrettante donne, 25
flaconi di benzodiazepina, due macchine fotografiche digitali, tre
computer e 30 cd rom, di cui ancora non è noto il contenuto. I
carabinieri, invitando chiunque a denunciare casi simili, assicurano la
massima riservatezza.

This entry was posted in Femminicidio quotidiano. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *